Eliminare l'umidità e rimuovere le muffe migliorano la qualità della vita.

Condensa e muffa: domande frequenti

Perché con la ventilazione dei locali corretta si elimina la formazione di muffa?
Perché la muffa si forma a causa della  condensa  causata dall’umidità ambientale, tipica dei periodi invernali. Ricambiando l’aria recuperando il calore  si introduce aria più secca ad una temperatura più alta rispetto ad un tradizionale ricambio d’aria.
Si deve sapere che d’inverno l’umidità esterna è sempre più bassa di quella dei locali chiusi , per cui sfruttiamo questa situazione.

Qual è la differenza dei vari tipi di aeratore?
La differenza è nella presenza nei diversi modelli di filtro ai carboni attivi, telecomando, programmazione in base al grado di umidità e selezione di più velocità.
In ogni caso il principio di funzionamento è analogo per tutti i modelli.

Il montaggio cosa richiede?
Per il montaggio si deve realizzare in un muro perimetrale un foro del diametro di 110 mm (modello Icaro) o 160 mm (modello Dedalo) in cui introdurre il tubo e collegare la macchina ad una presa di corrente 220 vac.

A che altezza devo installare l’aeratore?
In basso ad una distanza non inferiore a 50 cm dal pavimento ed in alto ad una distanza non inferiore a 50 cm dal soffitto.

In quale posizione devo installare l’aeratore?
L’aeratore è installato nel lato interno di in una parete perimetrale.
Non si deve posizionare l’aeratore in nicchie o all’interno di mobili.

Quante ore al giorno devo fare girare l’aeratore?
Normalmente in tre momenti di 2 ore ciascuno. Ogni applicazione però deve essere tarata dal cliente in base al caso: per questo forniamo un semplice programmatore giornaliero da utilizzare per l’impostazione dei cicli.

L’aeratore è rumoroso?
Il rumore è certificato ed è pari a quello di una ventola di un computer.

L’aeratore deumidifica?
No, l’aeratore ricambia l’aria. La deumidificazione è eseguita con un sistema deumidificatore.

Posso utilizzare l’aeratore anche per risolvere altri problemi ?
Certo. L’aeratore, ricambiando l’aria, permette di eliminare odori e agenti inquinanti, nonché di mantenere il corretto livello di ossigeno.

D’estate posso usare l’aeratore?
Certo, ma non è utile per eliminare la condensa se si forma nell’estate in quanto al contrario dell’inverno l’aria esterna in estate è molto umida, per cui ricambiare l’aria per introdurre altra aria umida non è utile.
D’estate l’aeratore può servire in abbinamento ad un sistema di condizionamento per mantenere i livelli di aria ossigenata ideale senza aprire le finestre.

Quanto consuma un aeratore?
Consuma pochi watt. In un normale funzionamento di 6 ore al giorno per circa 6 mesi all’anno la spesa si aggira su circa 20 Euro totali.

Contattaci